She speaks!

Io dovrei studiare, sono in alto mare, non era programmato, lo giuro, ma ho visto i primi due episodi di Victoria e non ho saputo resistere. Sappiate che lo storico che c’è in me si è appena dato la morte col cianuro. Ecco a voi Feather moon!

*furioso rullo di tamburi all’orizzonte*

Signore! Signori! Alieni e internauti tutti!
SAPETE CHE GIORNO È OGGI?
Oggi è il giorno in cui il Dusk poraccio riapre i battenti, i pertugi, le pagine Facebook per farvi seguire gli aggiornamenti, dato che siamo nel 2016 e tutto il resto, dopo circa un anno passato a combattere (e direi pure abbattere) WordPress! Non sto nemmeno qui a raccontarvi quanto io abbia sofferto ogni singolo minuto, nel reinserire tutta la baracca, ma adesso tutte le fanfic sono al loro posto, in ordine ipercronologic e iperfilologico (?!?), e io finalmente sono in possesso di uno script che mi avrà pure uccisa nel processo di fabbricazione del tema XDDDD, ma mi ha ripagata con incredibile flessibilità e facilità di gestione. Ne ho approfittato per annoverare nel mucchio le due fanfic scritte su Le Iene di Tarantino nel 2012, al tempo in cui non ritenevo che quello che pubblicavo in inglese non fosse degno di codesto loco u___ù. Inoltre, dopo un anno e rotti in cui non tiravo fuori una minchia bollita è spuntato fuori Paperon de’ Paperoni XDDD. Vorrei tanto dirvi che no, vi sto perculando, ma ciò corrisponde al vero: sono andata a torturare con uno stecco (e in inglese, go figure!) la Saga di Paperon de’ Paperoni di Don Rosa, con la sua relativa concezione dell’universo dei paperi, in modo completamente NSFW – perché quello che il Don voleva e non poteva fare in casa Disney posso farlo io, domineddio, e fa pure rima – eccovi quindi A thousand kisses deep, in cui Paperone, dopo essersi beccato il bacio di Doretta in Qualcosa di veramente speciale, decide che, per il Re del Klondike, cinquant’anni di codardia sono un poco troppi.
Ciò detto, a fronte della flessibilità gestionale di cui sopra, mi sto chiedendo (e quindi lo sto chiedendo pure a voi) se non sia carino trasformare la mia casetta in un luogo in cui io possa parlare di scrittura creativa e amatoriale, oltre a postarne e basta (così la voglia di scrivere mi torna in pianta stabile, magari!). Oppure, addirittura, potrei indire dei concorsi di fanfic, giusto per divertirmi un poco, in stile EFP di quindicimila anni fa, in cui farei da giudicessa su un ‘tema’, così ci facciamo due risate in compagnia tutti insieme. Potrei usare la pagina FB a questo scopo. Se qualcuno frequenta ancora questo posto e non mi sto parlando addosso da sola da anni, battete un colpo X°DDDDD