[RG Veda] The face of your god

Titolo: The face of your god
Fandom: RG Veda
Personaggi: Souma, Kendappa-ou
Parte: 1/1
Raccolta: Callas went away
Rating: PG
Conteggio Parole: 167 (LibreOffice)
Note: omosessualità, spoiler sul finale del manga, su prompt di 30_tears

The face of your god
Callas went away ~ 14. perfect blue

Souma adorava osservare Kendappa-ou che, intinto un pennellino nell’acqua, strofinava il panetto di semi di carruba e tintura per passarsi una virgola di nero fra le ciglia. Era un gesto lieve e rituale, che amava fare sola, senza chiedere l’aiuto di nessuna ancella. Sedeva davanti allo specchio con Souma ancora nuda nel proprio letto. E Souma, avvolta nel lenzuolo, fingeva di dormire, sbirciando quella piccola magia, innocua e terribile, che cancellava dai suoi grandi occhi azzurri l’ultima traccia di adolescenza, disegnando in pochi tratti l’occhiata altera della signora di Gandaraja, netta e dipinta come l’illustrazione di una fiaba. Da solo, come un ricamo, quell’orlo nero sembrava la maschera perfetta da offrire in regalo a Taishakuten e alla sua corte, quasi come se, nel suo contorno, Kendappa-ou riuscisse a contenere ogni finzione, ogni tentazione di pianto, ogni titubanza, fino a sembrare più se stessa che mai.
Confusa, Souma rabbrividì, e cerco di scacciare quella punta di freddo nel sangue col calore di lei ancora intrappolato fra le lenzuola.

~

A/N 20 febbraio 2013, ore 0:40. Sì, continuo la raccolta con un ritardo di soli cinque anni, so what XDD *si nasconde in preda alla vergogna*. In breve, tutto ciò è nato dal fatto che, alla mia veneranda età, ho scoperto che mettere il mascara mi diverte infinitamente. Il titolo è rubato a “Marrakesh Night Market” di Loreena McKennitt. Wikipedia informa, inoltre, che, anticamente il mascara era composto da un panetto di semi di carruba e tintura – ho preso la procedura da lì, per poco orientaleggiante che sia – sempre meglio di Kendappa che svita un tubetto di Maybelline, insomma!

Juuhachi Go.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Credits & Disclaimer

Layout e contenuti © Juuhachi Go 2004-2019; Seishiro e Subaru © CLAMP; brushes & textures © 77words, Ewanism & Cryingforest.net, che pare sia ormai inattivo. Love is Blindness e relativo testo sono © U2 e aventi diritto. Dusk Shard nella sua versione definitiva (si spera *cough*) è reso possibile da Wordpress e, per quanto riguarda il suo scheletro tematico, Underscores. Tuttavia, il vero ringraziamento va a Mrbalkanophile che ha fornito il mio piccolo archivio di alcuni snippet deliziosi per farvelo fruire meglio, e che, SOPRATTUTTO, sopporta con infinita pazienza i miei scleri e i miei pasticci. E grazie a tutti voi, per essere ancora qui a sorbirmi!