[Final Fantasy XII] He who moves my bones

Titolo: He who moves my bones
Fandom: Final Fantasy XII
Personaggi: Ashelia B’Nargin Dalmasca, Basch von Rosenburg
Parte: 1/1
Rating: PG
Parole: 100 (LibreOffice)
Note: per il Multifandom Drabble Fest @ it100, I wish I was a messenger and all the news was good (Pearl Jam, “Wishlist”)

Sulla linea azzurra e dorata del deserto, il drappello di un esercito in frantumi, che su carri e aeronavi trascina il peso dei propri morti, spicca violento. Quando Basch bussa alla porta dei suoi appartamenti, Ashe si chiede come abbia osato sperare. Boccheggia alla notizia, ma non vacilla.
«Signora—» ma lei lo scosta in un gesto brusco, e un pugno gli scuote la corazza.
«Avevate promesso che lo avreste riportato da me!» ma il secondo e il terzo pugno diventano un abbraccio convulso. Basch tace, coprendole la nuca bionda col palmo della mano. Voleva proteggerli, non ha riportato che morte.

[25/07/2011, 00:06. Indovinate un po’? Concetto per shot in testa da mesi, e forse meritava più di una drabble. Avrei voluto insistere su Basch che si duole di portare ad Ashe sempre brutte notizie, ma le chiamano drabble per un motivo… XDDD. Il titolo è una mezza citazione dell’autoepitaffio-invettiva che Shakespeare fece incidere sulla propria tomba. Ju~]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Credits & Disclaimer

Layout e contenuti © Juuhachi Go 2004-2019; Seishiro e Subaru © CLAMP; brushes & textures © 77words, Ewanism & Cryingforest.net, che pare sia ormai inattivo. Love is Blindness e relativo testo sono © U2 e aventi diritto. Dusk Shard nella sua versione definitiva (si spera *cough*) è reso possibile da Wordpress e, per quanto riguarda il suo scheletro tematico, Underscores. Tuttavia, il vero ringraziamento va a Mrbalkanophile che ha fornito il mio piccolo archivio di alcuni snippet deliziosi per farvelo fruire meglio, e che, SOPRATTUTTO, sopporta con infinita pazienza i miei scleri e i miei pasticci. E grazie a tutti voi, per essere ancora qui a sorbirmi!